Semplificazione bilancio abbreviato e delle micro imprese

Chi è alle prese con la redazione del bilancio 2016 dovrà valutare, sulla base delle dimensioni dell’impresa, se possono essere applicate le semplificazioni normative previste per le società che redigono il bilancio annuale in forma abbreviata e per le micro imprese.

La riformata disciplina dei bilanci introdotta dal D. Lgs. 139/2015 impone, per esempio, l’obbligatorietà del rendiconto finanziario esclusivamente per i bilanci ordinari.

Le imprese non obbligate alla redazione del bilancio ordinario hanno inoltre la facoltà di non applicare il nuovo criterio del costo ammortizzato per i crediti, i debiti e i titoli. Tale opzione influisce anche sui risultati economici intermedi, in quanto l’eventuale applicazione del costo ammortizzato modifica, in un certo senso, componenti ordinarie di ricavo o di costo in componenti di natura finanziaria e ne impone una differente ripartizione nel tempo.

Un’ulteriore semplificazione riguarda le micro imprese, alle quali non si applicano le disposizioni sugli strumenti finanziari derivati.

Le diverse impostazioni contabili delle piccole imprese rispetto a quelle che redigono il bilancio in forma ordinaria impattano, per effetto del principio di derivazione rafforzata, anche sul calcolo delle imposte dell’esercizio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.