Servizio di consultazione delle fatture elettroniche

L’Agenzia delle Entrate, con un proprio recente provvedimento, ha rinviato al 31/5/2019 l’attivazione delle funzionalità per l’adesione al nuovo servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche venendosi così a posticipare anche il termine ultimo previsto per l’adesione al servizio medesimo.
Si rammenta che il Garante della privacy aveva rilevato alcune criticità connesse al trattamento dei dati personali contenuti nei documenti elettronici e recependo i rilievi del Garante, l’Agenzia delle Entrate aveva stabilito che le funzionalità di consultazione delle fatture sarebbero state attivate soltanto previa adesione al servizio da parte dei soggetti interessati.
Pertanto i soggetti interessati potranno aderire, anche tramite intermediari appositamente delegati, al servizio di consultazione mediante apposita funzionalità resa disponibile nell’area riservata del sito web dell’Agenzia delle Entrate.
E’ necessario che la delega sia stata conferita dopo il provvedimento del Garante della privacy, vale a dire successivamente al 21/12/2018.
In un primo momento, l’Agenzia delle Entrate aveva stabilito che le funzionalità per l’adesione sarebbero state rese disponibili a decorrere dal 3/5/2019, ma successivamente tale termine è stato posticipato al 31/5/2019 e, pertanto, i soggetti passivi IVA che intendono aderire al servizio di consultazione delle fatture elettroniche dovranno attendere sino a tale data.
In connessione al rinvio del termine di attivazione delle funzionalità di adesione al servizio è stato posticipato anche il termine ultimo per effettuare l’adesione, previsto entro 60 giorni dal termine di attivazione delle relative funzionalità; tale termine risulta ora posticipato dal 2/7/2019 al 2/9/2019.
In seguito all’adesione al servizio di consultazione l’Agenzia delle Entrate memorizzerà i dati dei file delle fatture elettroniche e li renderà disponibili in consultazione esclusivamente al soggetto che ha effettuato l’adesione.
file delle fatture elettroniche saranno resi disponibili fino al 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di ricezione da parte del Sistema di Interscambio e, successivamente, verranno cancellati.
In assenza di adesione l’Agenzia delle Entrate, dopo l’avvenuto recapito della fattura al destinatario, cancellerà i dati dei file delle fatture elettroniche e memorizzerà esclusivamente i dati fiscalmente rilevanti di cui all’art.21 del DPR 633/72, con esclusione di quelli relativi alla natura, qualità e quantità dei beni e servizi oggetto delle operazioni, e delle altre disposizioni tributarie, nonché dei dati necessari a garantire il processo di fatturazione elettronica.
Tali dati saranno resi disponibili fino al 31 dicembre dell’ottavo anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione di riferimento.
Fino alla data di disponibilità della funzionalità di adesione, e per il periodo previsto per effettuare l’adesione stessa, vale a dire dal 31/5/2019 al 2/9/2019, l’Agenzia delle Entrate procederà alla temporanea memorizzazione dei file delle fatture elettroniche e le renderà disponibili in consultazione ai soggetti passivi IVA e agli intermediari da questi delegati. 
La mancata adesione al servizio di consultazione comporterà la cancellazione dei file memorizzati nel periodo transitorio entro 30 giorni dal termine del periodo per l’adesione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *